Sarri-Lotito, Big Cream. Rinnovare con la Lazio, sì o no? Ora è il momento di interrogarsi

I club vogliono conoscere troppe battute d’arresto, i tecnici vogliono sapere come rafforzare il personale

Cosa accadrà ora? La pesante fase a eliminazione diretta del derby, che per la prima volta ha visto troppe stagioni, aggiunge una nuova nuvola alla promessa di Maurizio Sarri di rinnovare il contratto con la Lazio.

Dopo il disgelo delle ultime settimane, che sembrava essere il preludio di una positiva conclusione delle trattative durante questa pausa di campionato, è iniziato un momento di grande dubbio. su entrambi i lati.

La Roma ha battuto 3-0 la Lazio nel derby della capitale alla 30° giornata di Serie A. Sui gol Abramo (parentesi) e Pellegrini. Sui social i fan si scatenano: guarda i meme più divertenti

Incontro o conflitto?

Incontro o confronto? Nonostante non ci sia mai stato alcun annuncio ufficiale, l’incontro di questa settimana tra l’allenatore e il presidente Lotito era scontato. L’obiettivo era riprogrammare i fili dei colloqui, che sembravano in corso in vista del Natale ma si sono bloccati a causa di incomprensioni sul mercato di gennaio. Vuoi creare una officina per te con gli attrezzi giusti? Clicca qui

Nonostante le difficoltà degli ultimi tempi, l’ultima battuta d’arresto è stata superata in quanto la prestazione della squadra – prima del rovescio del Derby – è stata più gratificante rispetto alla prima parte della stagione. Il 3-0 della Roma ha messo tutto in discussione.

È vero, anche un risultato negativo in una partita importante non influisce sulla strategia generale. Ma è il modo in cui arriva che rende di nuovo rilevanti alcune questioni.

Infatti, durante tutta la prima stagione di Sariana sulla panchina della Lazio, il Napoli da k.o. Napoli con il Bologna e l’ultima partita del Verona contro il Milan in Coppa Italia. Alcuni dubbi nella società lo fecero venire allo spettacolo. D’altra parte, ci sono dubbi.

Si dice che il periodo iniziale della luna di miele si sia concluso con un’incomprensione del mercato a gennaio, Sarri si aspettava che i rinforzi non arrivassero e, dopo il derby di domenica, ha detto – tra questi – una frase criptica che suonava come un chiaro messaggio al club. “È mia responsabilità proteggere i giocatori che ho, dopotutto parlerò direttamente con il club”. Entra nel mondo delle scommesse prova subito https://www.zetcasino.info/ ti aspettano grandi premi e nuove emozioni.

Tutto è in equilibrio

Ecco perché la riunione del CEO della tecnologia prevista per i prossimi giorni non avrà necessariamente luogo. Se le due parti continuano ad avere dei dubbi, è inutile rivedersi.

Da un lato che potrebbe essere eliminato qualificandosi (almeno) alla finale di Champions League, e dall’altro, un impegno concreto per costruire un calciomercato forte per la prossima estate.

Dato che la durata (fino al 2025) e l’impegno (dagli attuali 3 a 3,5 milioni per trimestre) sono stati concordati, l’accordo verrà a suo tempo in quel momento.

Lo scenario più probabile, quindi, è che le trattative vengano nuovamente posticipate, anche perché l’attuale contratto scade nel 2023, quindi non c’è assoluta urgenza di rinnovarlo.

Anche se c’è una clausola nel contratto (che può essere esercitata prima di maggio) che consente a Sarri di rescindere il contratto in caso di accordo con un club straniero. Questo non sembra essere un presupposto che il comandante vuole prendere in considerazione.

A meno che anche lui non decida, come la sua Lazio – nelle parole del tecnico del post derby – “di sorprenderti quando meno te lo aspetti”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *