I venditori porta a porta hanno fatto il loro tempo?

L’utilità dei venditori porta a porta

Un’azienda con una rete di vendite da metter su potrebbe decidere di affidarsi ad uno o più venditori porta a porta. Alcuni pensano che questa figura professionale abbia fatto il suo tempo. Il problema è che per via del modus operandi di persone che per diverse ragioni hanno cominciato a fare i venditori porta a porta senza la benché minima formazione o con l’idea che la bisognava “approfittare” del cliente, si è creata nel tempo una certa diffidenza verso questi professionisti, anche verso quelli che lavorano seriamente e che propongono servizi e prodotti affidabili.

Settori come quello della telefonia, dei contratti per le PayTv o dell’energia elettrica fanno ancora moltissimo affidamento sui venditori porta a porta. Possiamo dire che gran parte del business in questi settori si basa su questa strategia di vendita che mette direttamente in contatto il venditore con la famiglia che deve fare l’acquisto.

La loro importanza è data dal fatto che svolgono un lavoro minuzioso, arrivando anche laddove l’onda digitale non arriverebbe. Un bravo venditore è in grado di moltiplicare i suoi clienti sfruttando delle strategie ad hoc, puntando anche su familiari e conoscenti di chi è già stato fidelizzato.

Perché questo lavoro possa proseguire nel tempo, comunque, devono sussistere queste due condizioni:

  • La validità del prodotto o del servizio offerto. Le persone possono lasciarsi ingannare una volta, ma non la seconda.
  • Non ricorrere a tecniche di vendita fraudolenta, nascondendo alcuni punti a svantaggio del prodotto o addirittura mentendo completamente nella descrizione.

Come scegliere il venditore adatto a noi

Detto ciò, se anche noi abbiamo provato a digitare la query ricerca venditori porta a porta, probabilmente ci siamo resi conto che ci sono diverse piattaforme online che mettono in contatto i venditori con le aziende. Scegliamo ad un servizio affidabile, che offra un ampia scelta in base ai diversi settori di competenza.

Scegliere un venditore perfetto per la propria azienda passa anche da un colloquio di lavoro dettagliato. Le cose principali che dovremmo valutare sono:

Se sia o meno di bella presenza. Non ci riferiamo all’aspetto fisico vero e proprio, ma quanto meno deve avere un aspetto gradevole e ben curato, in grado di trasmettere affidabilità al potenziale cliente. Un venditore trasandato o vestito con cattivo gusto avrà scarse possibilità di successo.

La capacità di empatizzare con il cliente è un arte che non tutti hanno. Cosa significa esattamente? Un venditore, prima ancora di proporre un prodotto deve essere in grado di stabilire un punto di contatto con la persona, creando un legame di simpatia o mostrando interesse personale. Chi riesce in questo compito ha un potenziale molto maggiore di portare a casa dei risultati.

Deve conoscere le principali tecniche di vendita. Molte aziende non sono riuscite a sfondare sul mercato perché i loro venditori non erano in grado di vendere. Un breve corso di formazione al riguardo potrebbe dare un boost in più per potenziare le capacità del venditore.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *